Di Gregorio e Lisa Bolzan sul Bondone

Classifica Tecnica Classica in salita

Classifica sprint

Classifica qualifiche

Classifica provvisoria di Coppa Italia

Il Monte Bondone si riconferma ambientazione ideale per gli eventi sportivi, celebrando in una splendida giornata di sole i vincitori dell’ultima tappa della Coppa Italia di skiroll, ovvero il varesotto Alfio Di Gregorio in campo maschile e la trevigiana Lisa Bolzan fra le "donzelle". Ma il «1° Trofeo Skiroll - Trento e Monte Bondone», iniziato con la gara sprint di sabato pomeriggio all’Aeroporto e Museo dell'Aeronautica Giovanni Caproni, ha avuto pure il compito di incoronare i dominatori della graduatoria generale di Coppa Italia 2014. Circuito che ha visto trionfare a sorpresa il brianzolo Eugenio Bianchi, il quale ha approfittato del problema muscolare del leader Emanuele Becchis, superato nella classifica finale proprio sul Bondone per soli 6 punti, mentre Lisa Bolzan aveva già celebrato in anticipo il succeso nel circuito davanti alla gemella Anna. Una bellissima giornata di sport, dunque quel la proposta dall’organizzazione curata APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi dello staff capitanato da Elda Verones, coadiuvata per l'aspetto tecnico dal Gs Monte Giner. Una competizione a tecnica classica in salita con partenze differenziate in base alle categorie. Nella sfida più attesa, sulla distanza dei 9 km con partenza a Candriai e arrivo in località Vason, lo stesso contesto nel quale sono stati celebrati campioni del calibro del ciclista Charly Gaul e del pilota Mauro Nesti, ha dunque trionfato l’esperto skirollista varesotto di Brinzio, che ha fermato il cronometro sul tempo di 35'24"07. Una prova praticamente in solitaria per l'alfiere dello Sci club Montebelluna, che ha forzato il ritmo già al primo chilometro, guadagnando un vantaggio su Eugenio Bianchi e sugli inseguitori, mantenuto sino al traguardo.

Il nuovo trionfatore della Coppa Italia è transitato con un ritardo di 31 secondi da Di Gregorio, mentre Gilberto Pan isi del Team Hartmann ha chiuso ad 1'15" dal vincitore. Quarto posto per il bassanese Alberto Dalla Via, davanti al bellunese Gabriele Caretta, mentre è stata una giornata da dimenticare per colui che doveva festeggiare la vittoria finale della Coppa Italia e che aveva già in tasca, il cuneese Emanuele Becchis. Lo stiramento al quadricipite, che non gli ha consentito di lottare con Alessio Berlanda sabato nella sprint, non gli ha permesso nemmeno di esprimersi come voleva nella gara in salita, chiusa all'ottavo posto. Troppo poco per rimanere davanti a Bianchi. Pronostico rispettato nella gara femminile con la trevigiana di Orsago Lisa Bolzan capace di concludere in solitaria i 5 km del percorso con il tempo di 24'40", precedendo di 21 secondi la brianzola Ilaria Paltrinieri, con la sorprendente vermigliana Cristina Delpero del Monte Giner sul terzo gradino del podio a 50 secondi. Quarta Anna Bolzan. Fra gli juniores, sempre sui 5 km, ha primeggiato il val dostano Valerio Sorteni dello Skiroll Monte Cervino con il tempo di 23'07", precedendo di oltre 1 minuto il bassanese Federico Mosele, mentre in campo femminile il successo ha arriso ad Alba Mortagna dello Sci club Montebelluna con il tempo di 27'26", con a 60 secondi Chiara Becchis dell’Asd Pattinatori Cuneo. Per quanto riguarda i successi di categoria, Lisa Bolzan ha fatto propria la seniores giovani, Nicole Bricalli la aspiranti, Cristina Delpero la seniores, Patrizia Panizza la over 40 ed Eugenia Bitchougova la over 50. In campo maschile Alfio Di Gregorio è stato il migliore fra gli over 40, Guido Masiero fra gli over 50, Silvano Berlanda fra gli over 60, Eugenio Bianchi fra i seniores, Gilberto Panisi fra i seniores giovani e Francesco Becchis fra gli aspiranti. Nelle categorie inferiori Riccardo Lorenzo Masiero del Montebelluna ha vinto la allievi sui 3.000 metri su Domenico Mariotti del Monte Giner, quindi Giulia Cozzi del Bobbio si è imp osta fra le allieve, davanti ad Alice Arlian. Nella categoria ragazzi sui 2.000 metri hanno primeggiato Giovanni Riccadonna del Team Hartmann sul compagno di squadra Giovanni Lorenzetti in campo maschile, quindi Laura Mortagna del Montebelluna su Sabrina Borettaz del Monte Cervino fra le ragazze. Infine fra i giovanissimi medaglia d'oro per Dean Tence del Trieste e per Vittoria Cena del Monte Cervino. Per il Monte Giner, che ha curato l'aspetto tecnico, la due giorni si chiude con un doppio successo. Oltre a quello organizzativo anche quello agonistico, visto che il sodalizio di Ossana si è aggiudicato la graduatoria per società con 2.347 punti, davanti allo Sci club Montebelluna con 2.354 e al Team Hartmann con 2.338. Tornado alla graduatoria finale della Coppa Italia Eugenio Bianchi trionfa con 490 punti, contro i 484 di Emanuele Becchis e i 420 di Alfio Di Gregorio. In campo femminile Lisa Bolzan ha totalizzato 830 punti, la sorella Anna 609 e Chiara Gelmi 396.

------ ------ ---

Berlanda profeta in patria

Alessio Berlanda è profeta in patria e si aggiudica con autorità il primo atto della due giorni di Coppa Italia di skiroll. Nella sua specialità preferita, la ko sprint, il tre volte campione del mondo ha stupito tutti nella propria città, dominando le qualificazioni, le batterie ad eliminazione diretta e, soprattutto, la finale, dove ha battuto il triestino Niki Hrovatin. In campo femminile pronostico rispettato con il successo di Lisa Bolzan nel «1° Trofeo Skiroll - Trento e Monte Bondone» sulla gemella Anna.

È dunque l’alfiere del Team Hartmann White Fox il padrone assoluto della prima tappa della competizione organizzata dall’APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi in collaborazione con il Gs Monte Giner, la società di Ossana che si è occupata degli aspetti tecnici. Il forte atleta di Povo ha dimostrato di avere una marcia in più rispetto agli avversari sin dalle qualificaz ioni, chiudendo la propria prova sui 100 metri del tracciato, allestito nei pressi dell’Aeroporto e del Museo dell’Aeronautica Giovanni Caproni, con il tempo di 12 secondi e 8 centesimi. La seconda migliore prestazione, con un tempo superiore al vincitore di 57 centesimi, l’ha ottenuta il leader di Coppa Italia Emanuele Becchis dell’Asd Pattinatori Città di Cuneo, mentre Niki Hrovatin dell’Asd Mladina di Trieste ha accusato un distacco di 78 centesimi e il bassanese Roberto Ferracin di 90 centesimi. Nelle fasi ad eliminazione diretta, mentre Berlanda ha superato agevolmente prima Simone Ripamonti ai quarti, quindi Roberto Ferracin in semifinale, l’atteso Emanuele Becchis ha perduto la sfida con Marco Mosele a causa di uno strappo alla coscia. Una ricaduta che purtroppo non gli ha consentito di giocarsi la finale con il trentino. Berlanda nella finale si è trovato di fronte il triestino Niki Hrovatin, che a sua volta ha p rovato in tutte le maniere a contrastare lo specialista di casa, dovendo però arrendersi al suo strapotere.

Per Hrovatin un secondo posto comunque positivo. Nella finale per il terzo e quarto posto fra i due compagni di squadra del Centro Sportivo Bassano è stato Roberto Ferracin ad avere la meglio su Marco Mosele. Ad Emanuele Becchis è rimasta la soddisfazione di aver vinto la finale per il quinto e sesto posto sul brianzolo Eugenio Bianchi. Senza storia anche la gara femminile, con la trevigiana di Orsago Lisa Bolzan dominatrice di tutte le manche, compresa la finale con la sorella Anna. Con questa vittoria di tappa Lisa si aggiudica aritmeticamente pure la classifica finale di Coppa Italia e domani sui tornanti del Monte Bondone potrà gustarsi lo splendido panorama sulla città e sul Brenta. La finale per il terzo e quarto posto è stata appannaggio di Nicole Bricalli della Polisportiva Valmalenco nei confronti di Chiara Gelmi del Brianza skiroll. Dopo aver tagliato il traguardo Alessio Berlanda ha l’aria di chi sapeva che sarebbe stato difficile batterlo, soprattutto in un contesto come questo. «Ho gareggiato a cinque minuti da casa mia – afferma – e c’erano tanti amici giunti qui per vedermi, non potevo certo deluderli. Sono soddisfatto della mia condizione di forma, perché nell’ultimo mese non mi sono allenato molto, ma nonostante questo mi sono comportato bene». L’esperimento di organizzare questa competizione accanto all’aeroporto di Trento si può dire riuscito? «Sì, non è male correre in uno spazio come questo, che ha permesso di allestire tutti i servizi nel migliore dei modi. Sarebbe bello, però, riuscire a portare questa competizione in città, a contatto con la gente, magari l’anno prossimo gli organizzatori ci riusciranno». Il secondo classificato, Niki Hrovat in (Asd Trieste), non ha alcun rimpianto: «Prima della finale un po’ ci ho sperato di poter vincere la gara, anche perché il tracciato era particolarmente corto e speravo che questo aspetto mi potesse agevolare. Sono partito bene, poi a metà Alessio mi ha superato e non c’è stato più nulla da fare. Va bene così». In campo femminile il derby all’interno della famiglia Bolzan è stato appannaggio di Lisa. «Le sprint sono gare che mi piacciono molto, anche se preferisco quelle un po’ più lunghe – dice –. Ad ogni modo sono soddisfatta per il successo e felice di aver corso in Trentino, dove mi trovo sempre bene». La gemella Anna, seconda, guarda già avanti: «In questa stagione c’è poco da fare, mia sorella va più forte e accetto serenamente il verdetto di questa gara. Ogg i non potevo fare più di così, però sto affilando le armi per la prossima stagione, spero di rifarmi presto». Oltre alle gare senior sono andate in scena le tante sfide di categoria. Su tutte da segnalare la prova di forza di Giulio Bezzi, combinatista e saltatore della nazionale giovanile, che si è aggiudicato tutte le run della categoria allievi, battendo in finale Valerio Sorteni dell’Asd Comunità Montana Monte Cervino, con Mattia Pasquali del Bobbio terzo. Nella categoria allieve si è imposta Alba Mortagna dello Sci club Montebelluna sulla piemontese Chiara Becchis, con la triestina Dana Tenze terza. Nella categoria giovanissimi acuto del trentino Giovanni Riccadonna del Team Hartmann su Jernej Antonic, con Stefano Radovan terzo, mentre fra le pari età il successo ha arriso a Sabrina Borettaz davanti a Sara Tenze. Infine nella categoria over 60 altro successo della famiglia Berlanda, visto che papà Silvano ha avuto la meglio su tutti gli avversari, superando in finale Claudio Marchetto del Montebelluna. Domani mattina è in programma la gara a tecnica classica in salita, con partenze differenziate in base alle categorie da Candriai e arrivo (per tutti) a Vason. Si comincia alle ore 10 e le distanze da percorrere varieranno dal chilometro per i giovanissimi ed esordienti ai 9 km per le categorie senior. Seguiranno alle 13.30 le premiazioni di gara e di Coppa Italia presso l'Auditorium dell’Hotel Montana a Vason. Domani mattina sarà chiuso al traffico il tratto di strada fra Candriai e Vason, in entrambi i sensi di marcia, dalle ore 9.30 alle 12.00.

SCARICA IL REGOLAMENTO DELLA PROVA SPRINT DI COPPA ITALIA A TRENTO - Regolamento

SCARICA IL REGOLAMENTO DELLA PROVA DI COPPA ITALIA IN TECNICA CLASSICA IN SALITA – Monte Bondone (TN) - Regolamento

Video della conferenza stampa di presentazione dell'evento

Intervista ad Elda Verones direttrice Apt Trento - Monte Bondone Valle dei Laghi

Intervista a Massimino Bezzi presidente del Gs Monte Giner

Intervista ad Alessio Berlanda 3 volte Campione Mondiale

------ ------ ---

Sergio Bonaldi vince in Coppa Italia a Passo d'Ampola

Classifica

Ledro 12 ottobre 2014

Sergio Bonaldi (foto a destra nell'edizione 2013) vince a Ledro una settimana dopo la splendida vittoria sulla salita di Croce d'Aune arriva anche il successo in classico, la tecnica che nel 2013 lo ha incoronato campione del mondo a Bad Peterstal.

Bonaldi ha vinto nel tempo di 48'02" precedendo di 15" il poliziotto di Brunico in forza allo sci club Montebelluna Dietmar Noeckler, 3° Alfio Di Gregorio distanziato di 57" e 4° Simone Paredi distanziato di 3'.

Da segnalare il 5° posto di Antonio Sassano (Torollski Center) che ha preceduto Alessandro Bonaldi (Brianza Skiroll).

In campo femminile il successo è andato a Cristina Delpero (Gs Monte Giner), 2^ Alessia Valle (Brianza SKiroll) e 3^ Valentina Roveredo (Sci club Orsago).

Appuntamento per il prossimo weekend a Trento per la finale di Coppa Italia, in programma una prva sprint e la salita in classico al Monte Bondone.

------ ------ ---

E' uscito il numero 3 di Universo Nordico: filo diretto con Alessandro Pittin e Sepp Chenetti

Sprinter ed ossigeno a cura di Matteo Sironi

A Gressoney training in alta quota

Angelo Corradini personaggio del mese: Una sciata dell'altro mondo

Vive la France: La squadra di biathlon francese di Jacques Mignerey

Sorpresa in Val Martello: Camp. Italiani di Summer Biathlon

Spettacolo! Rollerski World Cup in Val di Fiemme

Sventola il tricolore sugli appennini: Acqualagna (PU) e Bobbio (PC)

Super DEFA: Sovere

Castelnovo ne' Monti

Autoscatto

Qui di seguito trovi la scheda per l'abbonamento.

------ ------ ---

Universo Nordico a Sovere

Abbiamo portato i primi due numeri di Universo Nordico a Sovere e l'abbiamo presentato ai nostri fondisti e agli appassionati.

------ ------ ---

Skirollistinews 2013: l'annuario è arrivato.

Ecco l'annuario 2013 è arrivato appena sfornato, lo potrete trovare a Bobbio, Sovere, Val di Fiemme, Boves, Sportful.

196 pagine con il racconto dei Mondiali, della Coppa del Mondo, dei Campionati Italiani, Coppa Italia, skirollista dell'anno, le interviste ai campioni del mondo, tutte le classifiche del 2013 e le statistiche dal 2000 al 2013. Cosa aspetti a prenotarlo?

------ ------ ---

Sfoglia la rivista online

Classifica provvisoria di Coppa Italia

Classifiche e calendario gare

Regolamento Coppa Italia 2014

Lista base